Franca Stagi_architetto della città

a cura dell’Ufficio Ricerche e Documentazione sulla Storia Urbana – Comune di Modena e del Dipartimento di Economia M. Biagi – Università degli Studi Modena e Reggio Emilia in collaborazione con l’Ordine degli Architetti P.P.C. di Modena

FRANCA STAGI ARCHITETTO DELLA CITTÀ | Progetti per Modena

nel 10°anniversario della scomparsa

11 dicembre 2018 – 8 febbraio 2019 – Inaugurazione martedì 11 dicembre ore 16.30
mostra Ex Foro Boario. Un progetto per Modena
Dipartimento di Economia Marco Biagi – Via Jacopo Berengario 51, Ala Est – primo piano – Modena

martedì 11 dicembre 2018 | ore 17.00
convegno Franca Stagi. Progetti per Modena
Dipartimento di Economia Marco Biagi – Via Jacopo Berengario 51, Aula magna, Ala Est – Modena

Partecipazione gratuita, iscrizione in loco.

CFP ARCHITETTI:

n. 3 per il convegno – IMPORTANTE: al fine di evitare spiacevoli inconvenienti si ricorda a tutti gli iscritti che per ottenere il rilascio dei CFP è obbligatorio apporre la propria firma e l’orario in entrata e in uscita sul registro presenze. Non saranno accettate registrazioni parziali. Si precisa inoltre che per la partecipazione a seminari e convegni i CFP saranno riconosciuti solo per la presenza per l’intera durata dell’evento formativo.

n. 1 CFP per la visita alla mostra: da richiedere mediante autocertificazione.L’iscritto dovrà conservare il biglietto di ingresso e caricarne la scansione sulla piattaforma iM@teria seguendo la seguente procedura:COME INSERIRE LE ISTANZE/AUTOCERTIFICAZIONI?
Accedere alla Piattaforma iM@teria.
Selezionare “Le mie certificazioni” (riga grigia sottostante a “stampa situazione formativa”) e successivamente selezionare la voce “Nuova Certificazione” (sopra la riga grigia): si aprirà un form da compilare.
Dopo avere completato l’inserimento, occorre salvare e successivamente caricare la documentazione a supporto della richiesta (es. biglietto di ingresso).
Infine premere “invia certificazione”.

PROGRAMMA

Qualificazione stazioni appaltanti e centrali committenza

Organizzato dall’Osservatorio Provinciale Appalti Pubblici Modena

La qualificazione delle stazioni appaltanti e le centrali di committenza.
L’appalto integrato dopo il correttivo appalti, eventuali aggiornamenti sulla finanza di progetto.

giovedì 29 novembre 2018 | ore 9.15 – 13.00 e 14.30 – 17.00
presso CINEMA VICTORIA – Via Ramelli 101 – Modena

Ottava giornata di approfondimento organizzata dall’Osservatorio appalti pubblici. L’argomento trattato riguarderà la qualificazione delle stazioni appaltanti e le centrali di committenza; l’appalto integrato dopo il correttivo appalti ed eventuali aggiornamenti sulla finanza di progetto.

Relatori della giornata saranno avv. Massimo Gentile e avv. Arrigo Varlaro Sinisi, esperti in contrattualistica pubblica.

La partecipazione ha un costo di 50 € per i professionisti che non fanno parte di  stazioni appaltanti  già iscritte alle giornate dell’Osservatorio, occorre inviare l’iscrizione all’indirizzo osservatorio.appalti@provincia.modena.it entro lunedì 26 novembre 2018.

PROGRAMMA

Crediti formativi – IMPORTANTE: al fine di evitare spiacevoli inconvenienti si ricorda a tutti gli iscritti che per ottenere il rilascio dei CFP è obbligatorio apporre la propria firma e l’orario in entrata e in uscita sul registro presenze. Non saranno più accettate registrazioni parziali. Si precisa inoltre che per la partecipazione a seminari e convegni i CFP saranno riconosciuti solo per la presenza per l’intera durata dell’evento formativo.

Nel caso dopo l’evento gli iscritti volessero inviare un feedback all’Ordine, è possibile compilare la SCHEDA DI VALUTAZIONE DELL’EVENTO FORMATIVO

Si ricorda che dal 01/01/2018 è in vigore il REGOLAMENTO FORMAZIONE PERMANENTE DELL’ORDINE ARCHITETTI DI MODENA

Per informazioni:
Osservatorio Appalti Pubblici c/o Provincia di Modena – Area Lavori Pubblici
tel 059 209675
osservatorio.appalti@provincia.modena.it

ILLUMINOTRONICA 2018

 A Bologna, corsi e momenti di aggiornamento professionale per architetti e ingegneri sulle nuove tecnologie

29 – 30 novembre e 1 dicembre 2018 presso BolognaFiere

Evento professionale dedicato alla progettazione integrata e intelligente degli edifici e degli spazi urbani attraverso l’utilizzo delle nuove tecnologie. La fiera è promossa da Assodel – Associazione Distretti Elettronica Italia.
L’evento propone ai progettisti e ai professionisti – architetti, ingegneri, periti ecc. – un’occasione unica per approfondire e toccare con mano l’utilizzo delle nuove tecnologie e il loro impatto (positivo) nella nostra vita quotidiana e nella gestione degli spazi perché siano più intelligenti ma soprattutto più “a misura d’uomo”.

 

SEMINARI con CREDITI FORMATIVI PROFESSIONALI:

Human Centric Spaces: lo spazio 4.0 è a misura d’uomo e di business?                  
Giovedì 29 novembre, ore 10.00
Migliorare la qualità dell’ambiente di lavoro e il benessere delle persone attraverso l’integrazione delle nuove tecnologie. Esempi pratici e spunti di metodo per applicare i principi del 4.0 e dell’IoT sia sugli edifici di nuova costruzione, che sugli esistenti.
2 CFP Architetti / 1 CFP Periti / 1 CFP Geometri

 

Smart Lighting e luce digitale                                                                                               
Giovedì 29 novembre, ore 12.00
Progettare gli spazi di domani: uffici, negozi, hotel, ospedali mettendo l’uomo al centro.
Come cambia il modo di pensare e progettare l’illuminazione grazie alle nuove tecnologie.
2 CFP Architetti / 1 CFP Periti / 1 CFP Geometri

Smart Cities: L’evoluzione degli spazi urbani grazie alle nuove tecnologie               
Giovedì 29 novembre, ore 16.00
L’IoT traina lo sviluppo delle città intelligenti e getta le basi per nuovi servizi per città più vivibili, confortevoli e sicure. Casi di successo e approfondimenti.
2 CFP Architetti / 1 CFP Geometri

Efficienza energetica: consumare meglio per spendere meno                                  
Venerdì 30 novembre, ore 10.00
In azienda bisogna risparmiare senza rinunciare a nulla se non agli sprechi. Mentre l’energy management introduce nuovi sistemi per raccogliere e analizzare i dati per un’efficienza maggiore.
2 CFP Architetti / 1 CFP Periti / 1 CFP Geometri

Building automation e IoT: casi pratici e applicazioni di successo                            
Venerdì 30 novembre, ore 15.00
Il seminario offre casi pratici che offrono spunti concreti e che presentano varie modalità di applicazione delle tecnologie di integrazione ad oggi disponibili su mercato.
3 CFP Architetti / 1 CFP Periti / 1 CFP Geometri

Design & Retail: l’Internet of Things entra in negozio                                                   
Venerdì 30 novembre, ore 16.00
Luce, audio, video e creatività per sviluppare ambienti immersivi e migliorare l’esperienza di acquisto.
2 CFP Architetti / 1 CFP Periti / 1 CFP Geometri

 

AREE DIMOSTRATIVE:
Grazie alla collaborazione di VEM Sistemi con Cisco Systems e Schneider Electric, sarà possibile visitare in fiera un vero negozio del futuro, interattivo ed esperienziale, in cui poter toccare con mano le ultime novità tecnologiche del settore Retail.

Inoltre, in fiera sarà presente una casa demo NZEB – near zero emission building – perfettamente funzionante ed energeticamente autosufficiente che, fra le altre, combina le seguenti tecnologie: energie rinnovabili; contatori intelligenti; bassa tensione; Smart IoT; accumulo energetico.

Registrazione gratuita su: https://illuminotronica.it/registrazione

Normativa LLPP – FAD Discipline ordinistiche

Promosso dall’Ordine Architetti P.P.C. di Modena
RISERVATO AGLI ISCRITTI ALL’ORDINE ARCHITETTI DI MODENA

Normativa sui LLPP – Procedura, Etica e Legalità negli affidamenti – Il contenzioso in materia di lavori pubblici – Il contratto – Il calcolo dei corrispettivi
Aggiornamento gennaio 2018 (FAD)

Si precisa che il seminario è la replica del FAD “La riforma normativa sui LL.PP., nuovo Codice Contratti – Aggiornamento luglio 2017” pertanto
NON VERRANNO RICONOSCIUTI I CFP A COLORO CHE LO HANNO GIÀ FREQUENTATO 

Durata del seminario: 240 minuti circa.

Formazione Professionale Continua – Seminario valido ai fini dell’acquisizione di n. 4 crediti sulla deontologia.

Il Seminario costituisce un’ottima occasione di aggiornamento professionale sulle novità introdotte dal nuovo codice dei contratti, così come modificato dal cosiddetto “Decreto Correttivo” (D.Lgs.56/2017), con particolare riferimento al ruolo del RUP, all’etica e legalità negli affidamenti ed agli adempimenti a carico delle stazioni appaltanti e dei liberi professionisti, nella fase di progettazione e di direzione dei lavori.
Durante il seminario vengono trattati, inoltre, temi relativi al contenzioso, ai contratti tra liberi professionisti e committenza privata ed al calcolo dei corrispettivi professionali da porre a base di gara negli affidamenti.

ISTRUZIONI PER I PARTECIPANTI

Ottenimento dei crediti formativi professionali
Per completare il percorso ed ottenere i Crediti Formativi Professionali, è necessario fruire dei seguenti sei interventi:

  1. Gli obiettivi raggiunti con il nuovo codice dei contratti (D.Lgs.50/2016), nell’ambito dei Servizi di Architettura e Ingegneria, di Rino La Mendola, Vicepresidente del CNAPPC – Responsabile del Dipartimento Lavori Pubblici del CNAPPC
  2. Procedure, etica e legalità negli affidamenti, suddiviso in due parti, di Accursio Pippo Oliveri, Consulente Tecnico del CNAPPC, Ingegnere, esperto in materia di appalti e sicurezza-Autore di monografie e pubblicazioni
  3. Il contratto tra il professionista ed il cliente, di Marco Antonucci, Consulente Legale del CNAPPC
    Avvocato, esperto in materia di contratti e di contenzioso
  4. Il calcolo dei corrispettivi da porre a base di gara, di Cosimo Damiano Mastronardi,Componente del Gruppo Operativo “Competenze Tecniche” della Conferenza Naz. degli Ordini APPC – Esperto in materia di Lavori pubblici e calcolo corrispettivi
  5. Il contenzioso in materia di Lavori Pubblici, di Marco Antonucci, Consulente Legale del CNAPPC
    Avvocato, esperto in materia di contratti e di contenzioso
  6.  ONSAI – CNAPPC – L’Osservatorio nazionale sui servizi di Architettura e Ingegnaria presso il CNAPPC, di di Rino La Mendola, Vicepresidente del CNAPPC – Responsabile del Dipartimento Lavori Pubblici del CNAPPC

Modalità di svolgimento del corso
Il partecipante potrà svolgere il corso fruendo sequenzialmente dei materiali proposti.
Al termine di ogni intervento sarà proposto un quiz intermedio di verifica dell’apprendimento; il superamento del quiz intermedio consentirà di proseguire il corso e fruire dell’intervento successivo.
Dopo aver fruito dei materiali ed aver superato i quiz intermedi, sarà proposto il quiz finale il cui superamento consentirà di ricevere i CFP.

MODALITA’ DI ISCRIZIONE

  1. Per iscriversi al corso è obbligatorio accedere alla Piattaforma iM@teria con la password di accesso unica al  sistema AWN, chi non ha ancora provveduto per ottenere le nuove credenziali deve accedere al  link:https://albounico.awn.it/primo.aspx. Nel corso della procedura verrà richiesto l’inserimento degli estremi e della scansione di un documento di identità in corso di validità. SI PRECISA CHE, DOPO AVERE OTTENUTO LA PASSWORD UNICA, L’ACCESSO ALLA PIATTAFORMA IM@TERIA DOVRA’ AVVENIRE SEMPRE DALLA PAGINA DI ACCESSO CENTRALIZZATO AI SERVIZI (cliccando sul logo grigio del CNAPPC)  https://imateria.awn.it/custom/imateria E NON PIÙ DALLA CARTINA.
  2. Cercare il corso richiesto richiamando solo i corsi di Modena oppure utilizzando il codice evento ARMO02082018135001T10CFP00400
  3. In allegato il programma del seminario e le istruzioni per l’iscrizione al seminario e l’ottenimento dei CFP una volta frequentato il seminario.

Per informazioni:
Ordine Architetti Modena
tel. 059 333929 (attivo dal lunedì al venerdì dalle 12 alle 14)
ordine@ordinearchitetti.mo.it

seminario Rilievo danno e valutazione agibilità dopo eventi sismici – Schede AeDES e FAST – Formazione a Distanza (FAD)

Promosso dall’Ordine Architetti P.P.C. di Modena
RISERVATO AGLI ISCRITTI ALL’ORDINE ARCHITETTI DI MODENA

Il seminario sarà fruibile fino al 15 dicembre 2018.

seminario RILIEVO DEL DANNO E VALUTAZIONE DELL’AGIBILITÀ A SEGUITO DI EVENTI SISMICI SCHEDE AeDES E FAST

Durata del seminario: 230 minuti circa.

A seguito degli eventi sismici dell’estate 2016 in Italia Centrale, a seguito di accordi intercorsi tra i Consigli degli Ordini degli Architetti P.P.C. dell’area sismica e una delegazione del Consiglio Nazionale, è stata unanimemente condivisa l’improcrastinabile necessità di accelerare l’effettuazione dei sopralluoghi AeDES e FAST, in quanto indispensabile attività propedeutica all’avvio della ricostruzione, sollecitando, conseguentemente, gli Ordini territoriali alla più ampia mobilitazione possibile degli iscritti in questa fase emergenziale. (ulteriori informazioni su Mobilitazione e attività di volontariato)

Allo scopo di assicurare una preparazione di base ai colleghi impegnati nei sopralluoghi o a coloro che volessero approfondire la tematica per eventuali future emergenze, è stato reso disponibile in modalità FAD – formazione a distanza – il seminario svoltosi il 25/02/2017 a Rieti per la compilazione delle schede AeDES e FAST.

ISTRUZIONI PER I PARTECIPANTI
Ottenimento dei crediti formativi professionali
Per completare il percorso ed ottenere i Crediti Formativi Professionali, è necessario fruire dei seguenti interventi:

  1. La rilevazione del danno nel contesto procedurale della ricostruzione, suddiviso in due parti, Dott. Carmelo Tulumello – Direttore agenzia regionale protezione civile
  2. Verifica di agibilità – schede AeDES e FAST, suddiviso in due parti, Arch. Pasquale Zaffina – Responsabile operativo CNAPPC per l’emergenza
  3. Responsabilità professionale per la compilazione delle schede Aedes e FAST – aspetti deontologici, suddiviso in due parti, Avv. Marco Antonucci, consulente legale del CNAPPC
  4. Gestione dello stress e psicologia dell’emergenza, suddiviso in due parti,Dott.ssa Rita Di Iorio, psicologa (Centro Alfredo Rampi)

Sono invece facoltativi i seguenti video

  1. Saluti istituzionali, Arch. Franco Brizi – Presidente Ordine Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori di Rieti
    Arch. Walter Baricchi – Consigliere CNAPPC – Coordinatore Dipartimento Cooperazione, solidarietà e protezione civile
    Dott. Fabio Refrigeri – Assessore Infrastrutture, Politiche Abitative, Enti Locali della Regione Lazio
  2. Conclusioni, suddiviso in due parti.

Modalità di svolgimento del corso
Il partecipante potrà svolgere il corso fruendo sequenzialmente dei materiali proposti.
Al termine di ogni intervento sarà proposto un quiz intermedio di verifica dell’apprendimento; il superamento del quiz intermedio consentirà di proseguire il corso e fruire dell’intervento successivo.

MODALITA’ DI ISCRIZIONE

  1. Per iscriversi al corso è obbligatorio accedere alla Piattaforma iM@teria con la password di accesso unica al  sistema AWN, chi non ha ancora provveduto per ottenere le nuove credenziali deve accedere al  link:https://albounico.awn.it/primo.aspx. Nel corso della procedura verrà richiesto l’inserimento degli estremi e della scansione di un documento di identità in corso di validità. SI PRECISA CHE, DOPO AVERE OTTENUTO LA PASSWORD UNICA, L’ACCESSO ALLA PIATTAFORMA IM@TERIA DOVRA’ AVVENIRE SEMPRE DALLA PAGINA DI ACCESSO CENTRALIZZATO AI SERVIZI (cliccando sul logo grigio del CNAPPC)  https://imateria.awn.it/custom/imateria E NON PIÙ DALLA CARTINA.
  2. Cercare il corso richiesto richiamando solo i corsi di Modena oppure utilizzando il codice evento ARMO19062017115729T03CFP00400
  3. In allegato il programma del seminario e le istruzioni per l’iscrizione al seminario e l’ottenimento dei CFP.

Per informazioni:
Ordine Architetti Modena
tel. 059 333929 (attivo dal lunedì al venerdì dalle 12 alle 14)
ordine@ordinearchitetti.mo.it

 

seminario Le Politiche di Coesione e la Programmazione Europea 2014/2020
Formazione a Distanza (FAD) – MODULO 1

Promosso dall’Ordine Architetti P.P.C. di Modena
RISERVATO AGLI ISCRITTI ALL’ORDINE ARCHITETTI DI MODENA

Il seminario sarà fruibile fino al 15 dicembre 2018.

seminario Le Politiche di Coesione e la Programmazione Europea 2014/2020 – Ruoli e opportunità per i professionisti

Durata del seminario: 220 minuti circa.

Aggiornamento professionale sulle Politiche di Coesione, nell’ottica di favorire una crescente partecipazione degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori alle opportunità professionali connesse alla Programmazione Europea 2014/2020.
Il seminario fornisce una panoramica generale sui Fondi Strutturali, sui Programmi Operativi di Cooperazione Territoriale e su alcuni Programmi Operativi Nazionali e Regionali, attraverso le relazioni di Funzionari e Dirigenti degli Enti e delle Istituzioni Italiane ed Europee, Autorità di Gestione dei Programmi, anche nell’ottica di attivare nuovi partenariati.

ISTRUZIONI PER I PARTECIPANTI
Ottenimento dei crediti formativi professionali
Per completare il percorso ed ottenere i Crediti Formativi Professionali, è necessario fruire dei seguenti 6 interventi:

  1. Introduzione, di Lilia Cannarella Consigliere CNAPPC, Coordinatrice Dipartimento Agenda Urbana e Politiche Europee
  2. La professione dell’architetto in europa, suddiviso in due parti, di Luciano Lazzari Presidente Architects’ Council of Europe
  3. La Cooperazione Territoriale Europea 2014 – 2020, suddiviso in due parti, di Paolo Galletta Dirigente Ufficio 6 Area Progetti e Strumenti, Programmi Operativi di Cooperazione Territoriale – Agenzia per la Coesione Territoriale
  4. Le Politiche di Coesione per il Mezzogiorno, suddiviso in due parti, di Anna Maria Curcuruto Assessore Pianificazione Territoriale Regione Puglia
  5. Il PON Città Metropolitane 2014 – 2010, suddiviso in due parti, di Massimiliano Pacifico Esperto a supporto dell’Autorità di Gestione del PON Metro
  6. La programmazione strategica del MIBACT tra fondi europei e risorse nazionali, suddiviso in due parti, di Dora Di Francesco Autorità di Gestione PON Cultura e Sviluppo 2014-2020 – Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo

Sono invece facoltativi i seguenti video:
a) Saluti istituzionali, Arch. Giuseppe Cappochin Presidente del CNAPPC – Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori e Alberto Versace Direttore di Area Progetti e Strumenti – Agenzia per la Coesione Territoriale , Vicepresidente del CNAPPC – Responsabile del Dipartimento Lavori Pubblici del CNAPPC
b) Conclusioni

Modalità di svolgimento del corso
Il partecipante potrà svolgere il corso fruendo sequenzialmente dei materiali proposti.
Dal momento dell’attivazione del corso si avranno 60 giorni disponibili per concludere il percorso formativo.
Si invita pertanto a richiedere l’iscrizione solo se nella condizione di terminare l’attività nei tempi indicati. Scaduti i 60 giorni dall’iscrizione non sarà più possibile accedere al sistema.
Al termine di ogni intervento sarà proposto un quiz intermedio di verifica dell’apprendimento; il superamento del quiz intermedio consentirà di proseguire il corso e fruire dell’intervento successivo.
Alla fine del 6° intervento, sarà proposto il quiz finale, relativo all’intervento dell’Arch. Dora Di Francesco, il cui superamento consentirà di ricevere i CFP.

MODALITA’ DI ISCRIZIONE

  1. Per iscriversi al corso è obbligatorio accedere alla Piattaforma iM@teria con la password di accesso unica al  sistema AWN, chi non ha ancora provveduto per ottenere le nuove credenziali deve accedere al  link:https://albounico.awn.it/primo.aspx. Nel corso della procedura verrà richiesto l’inserimento degli estremi e della scansione di un documento di identità in corso di validità. SI PRECISA CHE, DOPO AVERE OTTENUTO LA PASSWORD UNICA, L’ACCESSO ALLA PIATTAFORMA IM@TERIA DOVRA’ AVVENIRE SEMPRE DALLA PAGINA DI ACCESSO CENTRALIZZATO AI SERVIZI (cliccando sul logo grigio del CNAPPC)  https://imateria.awn.it/custom/imateria E NON PIÙ DALLA CARTINA.
  2. Cercare il corso richiesto richiamando solo i corsi di Modena oppure utilizzando il codice evento ARMO07022017135020T03CFP00400
  3. In allegato il programma del seminario e le istruzioni per l’iscrizione al seminario e l’ottenimento dei CFP.

Per informazioni:
Ordine Architetti Modena
tel. 059 333929 (attivo dal lunedì al venerdì dalle 12 alle 14)
ordine@ordinearchitetti.mo.it

seminario Le Politiche di Coesione e la Programmazione Europea 2014/2020
Formazione a Distanza (FAD) – MODULO 2

Promosso dall’Ordine Architetti P.P.C. di Modena
RISERVATO AGLI ISCRITTI ALL’ORDINE ARCHITETTI DI MODENA

Il seminario sarà fruibile fino al 15 dicembre 2018.

seminario Le Politiche di Coesione e la Programmazione Europea 2014/2020 – Comprendere e utilizzare i bandi e i progetti europei

Durata del seminario: 150 minuti circa.

Aggiornamento professionale sulle Politiche di Coesione e sulle opportunità connesse alla Programmazione Europea 2014/2020. Fornisce una panoramica sui principali programmi di finanziamento di interesse per gli architetti, indicazioni sulle fonti di informazione sui programmi Europei, su ruoli e competenze degli attori in gioco. E’ altresì occasione per mettere a sistema i progetti e le buone pratiche già in atto messe in campo dagli Ordini Provinciali, dalle Città e dalle Regioni Italiane, anche nell’ottica di attivare nuovi partenariati strategici.

ISTRUZIONI PER I PARTECIPANTI
Ottenimento dei crediti formativi professionali
Per completare il percorso ed ottenere i Crediti Formativi Professionali, è necessario fruire dei seguenti 8 interventi:

  1. L’attuazione delle politiche di coesione sul territorio: nuove potenzialità per un rinnovato rapporto tra Amministrazioni, Città e Ordini professionali, suddiviso in due parti, di Giovanni Pineschi, Autorità di Gestione del Programma Operativo Nazionale Città Metropolitane
  2. Utilizzare i programmi comunitari, di Anna Catasta, Presidente Centro di Iniziativa Europea
  3. Dallo sviluppo dell’idea progettuale alla presentazione della candidatura , di Virginia Giandelli, Progettista Senior Centro di Iniziativa Europea
  4. Predisposizione della candidatura, costruzione del Partenariato e avvio del progetto, di Alice Lusso, Vice Presidente Ordine APPC di Cuneo
  5. Usage del Territorio: sviluppo, obiettivi e ruolo dell’Ordine, di Claudio Bonicco, Presidente Ordine APPC di Cuneo
  6.  Programmazione Alcotra Italia-Francia: aspetti operativi e gestionali dei progetti, di Cristiana Taricco, Tesoriere Ordine APPC di Cuneo e componente del G.O. Agenda Urbana e Politiche EU
  7. La gestione dei Fondi Indiretti, bandi e progetti della Regione, di Gianfranco Simoncini, Consigliere del Presidente della Regione Toscana e delegato alla Commissione Regionale Soggetti Professionali
  8. La partecipazione dei professionisti allo sviluppo regionale, di Paola Gigli, Componente Ordinistica della Commissione Regionale Soggetti professionali Regione Toscana

E’ invece facoltativo il seguente video

  1. Saluti istituzionali, Arch. Giuseppe Cappochin Presidente del CNAPPC – Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori e Maria Ludovica Agrò, Direttore Generale Agenzia per la Coesione Territoriale
    Giorgio Martini, Autorità di Ges-one PON Città Metropolitane 2014-2020 – Agenzia per la Coesione Territoriale

Modalità di svolgimento del corso
Il partecipante potrà svolgere il corso fruendo sequenzialmente dei materiali proposti.
Al termine di ogni intervento sarà proposto un quiz intermedio di verifica dell’apprendimento; il superamento del quiz intermedio consentirà di proseguire il corso e fruire dell’intervento successivo.
Alla fine del 8° intervento, sarà proposto il quiz finale, il cui superamento consentirà di ricevere i CFP.

MODALITA’ DI ISCRIZIONE

  1. Per iscriversi al corso è obbligatorio accedere alla Piattaforma iM@teria con la password di accesso unica al  sistema AWN, chi non ha ancora provveduto per ottenere le nuove credenziali deve accedere al  link:https://albounico.awn.it/primo.aspx. Nel corso della procedura verrà richiesto l’inserimento degli estremi e della scansione di un documento di identità in corso di validità. SI PRECISA CHE, DOPO AVERE OTTENUTO LA PASSWORD UNICA, L’ACCESSO ALLA PIATTAFORMA IM@TERIA DOVRA’ AVVENIRE SEMPRE DALLA PAGINA DI ACCESSO CENTRALIZZATO AI SERVIZI (cliccando sul logo grigio del CNAPPC)  https://imateria.awn.it/custom/imateria E NON PIÙ DALLA CARTINA.
  2. Cercare il corso richiesto richiamando solo i corsi di Modena oppure utilizzando il codice evento ARMO16052017173522T03CFP00400
  3. In allegato il programma del seminario e le istruzioni per l’iscrizione al seminario e l’ottenimento dei CFP.

Per informazioni:
Ordine Architetti Modena
tel. 059 333929 (attivo dal lunedì al venerdì dalle 12 alle 14)
ordine@ordinearchitetti.mo.it

seminario Le Politiche di Coesione e la Programmazione Europea 2014/2020
Formazione a Distanza (FAD) – MODULO 3

Promosso dall’Ordine Architetti P.P.C. di Modena
RISERVATO AGLI ISCRITTI ALL’ORDINE ARCHITETTI DI MODENA

Il seminario sarà fruibile fino al 15 dicembre 2018.

seminario Le Politiche di Coesione e la Programmazione Europea 2014/2020 – Internazionalizzazione e innovazione culturale

Durata del seminario: 185 minuti circa.

Il Corso approfondisce gli obiettivi dei programmi della Commissione Europea “Erasmus Plus” ed “Europa Creativa” e ne divulga le opportunità:

  • per favorire l’internazionalizzazione degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori italiani, attraverso la mobilità individuale e i partenariati strategici per lo scambio di buone pratiche;
  • per favorire nuovi modelli di business attraverso l’innovazione culturale, introducendo concetti di particolare interesse per gli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori italiani come audience building, multidisciplinarietà, professionalizzazione e internazionalizzazione delle carriere in ambito culturale.

ISTRUZIONI PER I PARTECIPANTI
Ottenimento dei crediti formativi professionali
Per completare il percorso ed ottenere i Crediti Formativi Professionali, è necessario fruire dei seguenti 11 interventi:

1. Introduzione di Lilia Cannarella, Coordinatrice Dipartimento Agenda Urbana e Politiche Europee CNAPPC
Sessione 1: Innovazione culturale – Programma Europa Creativa
2. Intervento di Cristina Loglio, Consigliere per l’attuazione in Italia dell’anno Europeo per il Patrimonio Culturale 2018 – MIBACT
3. Intervento di Virginia Giandelli, Progettista Senior Centro Iniziativa Europea
4. Intervento di Esmeralda Valente, Responsabile dei progetti speciali di Architettura, Unità di Staff DGAAP – MIBACT
5. Intervento di Paolo Verri, Direttore Fondazione Matera Basilicata 2019
6. Intervento di Francesco Miceli, Presidente Ordine APPC di Palermo, città Capitale Italiana della Cultura 2018
Sessione 2: Internazionalizzazione – Mobilità e partenariati strategici – Programma Erasmus +
7. Intervento di Sara Pagliai, Coordinatrice dell’Agenzia Erasmus + / INDIRE
8. Intervento di Christian Rocchi, Vice Presidente Ordine APPC di Roma
9. Intervento di Marta Savoldelli, Progettista Senior Centro Iniziativa Europea
10. Intervento di Andrea Tartaglia, Professore Associato Politecnico di Milano
11. Intervento di Massimo Giuntoli, Presidente Ordine APPC di Torino

Sono invece facoltativi i seguenti video:
Saluti istituzionali, Arch. Giuseppe Cappochin – Presidente Consiglio Nazionale Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori
Saluti istituzionali, Arch Esmeralda Valente, Responsabile dei progetti speciali di Architettura, Unità di Staff DGAAP – MIBACT

Modalità di svolgimento del corso
Il partecipante potrà svolgere il corso fruendo sequenzialmente dei materiali proposti.
Al termine della prima sessione di intervento Innovazione culturale – Programma Europa Creativa sarà proposto un quiz di verifica dell’apprendimento; il superamento del quiz intermedio consentirà di proseguire il corso e fruire degli interventi della seconda sessione Internazionalizzazione – Mobilità e partenariati strategici – Programma Erasmus +.
Alla fine del 11° intervento, sarà proposto il quiz finale, il cui superamento consentirà di ricevere i CFP.
SI PRECISA CHE TRA LE ATTIVITÀ OBBLIGATORIE E’ COMPRESA ANCHE LA COMPILAZIONE DEL QUESTIONARIO DI GRADIMENTO.

Modalità di iscrizione

  1. Per iscriversi al corso è obbligatorio accedere alla Piattaforma iM@teria con la password di accesso unica al  sistema AWN, chi non ha ancora provveduto per ottenere le nuove credenziali deve accedere al  link: https://albounico.awn.it/primo.aspx. Nel corso della procedura verrà richiesto l’inserimento degli estremi e della scansione di un documento di identità in corso di validità. SI PRECISA CHE, DOPO AVERE OTTENUTO LA PASSWORD UNICA, L’ACCESSO ALLA PIATTAFORMA IM@TERIA DOVRÀ AVVENIRE SEMPRE DALLA PAGINA DI ACCESSO CENTRALIZZATO AI SERVIZI (cliccando sul logo grigio del CNAPPC)  https://imateria.awn.it/custom/imateria E NON PIÙ DALLA CARTINA.
  2. Cercare il corso richiesto richiamando solo i corsi di Modena oppure utilizzando il codice evento ARMO14032018085130T03CFP00400
  3. In allegato il programma del seminario e le istruzioni per l’iscrizione al seminario e l’ottenimento dei CFP.

Per informazioni:
Ordine Architetti Modena
tel. 059 333929 (attivo dal lunedì al venerdì dalle 12 alle 14)
ordine@ordinearchitetti.mo.it

seminario Rigenerazione Urbana e Vincolo
Formazione a Distanza (FAD)

Promosso dall’Ordine Architetti P.P.C. di Modena
RISERVATO AGLI ISCRITTI ALL’ORDINE ARCHITETTI DI MODENA

Durata del seminario: 170 minuti circa.

Il seminario Rigenerazione urbana e vincolo: Palmanova 9 e 10 0ttobre 2015 FAD, propone il materiale raccolto dalla Federazione Regionale O.A.P.P.C. Friuli Venezia Giulia nel corso dell’evento “Rigenerazione urbana e vincolo” svoltosi a Palmanova (UD) nei giorni del 9 e 10 ottobre 2015 che, nell’intenzione degli organizzatori, aveva l’obiettivo di essere: “un momento di confronto per identificare strategie e prassi finalizzate a promuovere la Rigenerazione Urbana Sostenibile nelle aree urbane centrali, valorizzare il territorio e promuovere il grande patrimonio culturale Italiano”.

ISTRUZIONI PER I PARTECIPANTI
Per completare il percorso ed ottenere i Crediti Formativi Professionali, è necessario fruire dei seguenti tre interventi:

  • Il riuso nei centri storici e la difficoltà di intervento per il progettista, di Alberto Cecchetto, Professore Ordinario di Progettazione Urbana – IUAV di Venezia
  • Autenticità nella rigenerazione urbana, di Juan Manuel Palerm Salazar, Presidente Uniscape European Network of Universities for the implementation of the European Landscape Convention – Università Las Palmas de Gran Canaria
  • Lectio Magistralis “La città è una risorsa rinnovabile”, di Paola Viganò, Professore Straordinario di Urbanistica – IUAV di Venezia

Sono stati raccolti e vengono proposti anche gli altri interventi che, fuori dalla logica dei CFP, sono il documento di un importante momento di confronto.

MODALITÀ DI SVOLGIMENTO DEL CORSO
Il seminario, in modalità on-line, sarà accessibile sino al 01 dicembre 2018.
Dal momento dell’attivazione del corso si avranno 60 giorni disponibili per concludere il percorso formativo.
Si invita pertanto a richiedere l’iscrizione solo se nella condizione di terminare l’attività nei tempi indicati. Scaduti i 60 giorni dall’iscrizione non sarà più possibile accedere al sistema.
Il corso può essere seguito una sola volta, coloro che lo termineranno entro il 2016 acquisiranno i CFP per l’anno 2016, coloro che lo termineranno nel 2016 acquisiranno i CFP per l’anno 2017, ECC.
Il partecipante potrà svolgere il corso fruendo sequenzialmente dei materiali proposti. Per una migliore fruibilità, gli interventi di Alberto Cecchetto e Paola Viganò sono stati divisi in due parti.
Al termine di ogni intervento sarà proposto un quiz intermedio di verifica dell’apprendimento; il superamento del quiz intermedio consentirà di proseguire il corso e fruire dell’intervento successivo.
Dopo aver fruito dei materiali ed aver superato i quiz intermedi, sarà proposto il quiz finale il cui superamento consentirà di ricevere i CFP.
Materiali facoltativi
Il corso include un ampio numero di interventi tenuti durante l’evento di Palmanova ma la cui fruizione non è obbligatoria ai fini dell’ottenimento dei crediti formativi professionali. L’accesso ai materiali facoltativi sarà possibile solo dopo aver completato con successo il quiz finale del corso e il questionario di gradimento.

MODALITA’ DI ISCRIZIONE

  1. Per iscriversi al corso è obbligatorio accedere alla Piattaforma iM@teria con la password di accesso unica al  sistema AWN, chi non ha ancora provveduto per ottenere le nuove credenziali deve accedere al  link:https://albounico.awn.it/primo.aspx. Nel corso della procedura verrà richiesto l’inserimento degli estremi e della scansione di un documento di identità in corso di validità. SI PRECISA CHE, DOPO AVERE OTTENUTO LA PASSWORD UNICA, L’ACCESSO ALLA PIATTAFORMA IM@TERIA DOVRA’ AVVENIRE SEMPRE DALLA PAGINA DI ACCESSO CENTRALIZZATO AI SERVIZI (cliccando sul logo grigio del CNAPPC)  https://imateria.awn.it/custom/imateria E NON PIÙ DALLA CARTINA.
  2. Cercare il corso richiesto richiamando solo i corsi di Modena oppure utilizzando il codice evento  ARMO20102016115151T03CFP00300
  3. In allegato il programma del seminario e le istruzioni per la richiesta della password di accesso unica al  sistema AWN (per chi non l’avesse ancora ottenuta), l’iscrizione al seminario e l’ottenimento dei CFP una volta frequentato il seminario.

Per informazioni:
Ordine Architetti Modena
tel. 059/333929 (attivo dal lunedì al venerdì dalle 12 alle 14)
ordine@ordinearchitetti.mo.it

Unione Terre d’argine [in]tessere legami territoriali

Dal 29 novembre al 9 dicembre 2018 prorogata al 12 dicembre verrà allestita una mostra presso i Musei di Palazzo Pio a Carpi per presentare gli esiti della ricerca che l’Unione delle Terre d’Argine ha commissionato al Politecnico di Milano al fine di formulare alcune proposte strategiche e prefigurative di supporto alla stesura di linee guida che indirizzino la nuova pianificazione territoriale a scala sovracomunale, che per la prima volta verrà elaborata a livello dell’intero territorio.

Lo stesso giorno di apertura, 29 novembre 2018 alle 17.30, verrà inaugurata la mostra e alle ore 18.00 si terrà una tavola rotonda presso la adiacente Sala delle Vedute in cui gli amministratori e gli autori della ricerca si confronteranno intorno ai diversi progetti proposti.

INVITO MOSTRA E INAUGURAZIONE

Successive presentazioni si terranno (INVITO):
3 dicembre 2018 | ore 20.45 a Campogalliano
4 dicembre 2018 | ore 18.30 a Novi di Modena
6 dicembre 2018 | ore 20.45 a Soliera

[in]tessere legami territoriali_ Strategie e prefigurazioni per un piano d’Unione

Il punto nodale intorno a cui si sviluppa l’intero percorso critico e di conseguente “messa in opera” progettuale e strategica è che Il territorio non può più essere considerato come il grande assente, materia inerte, modificabile e plasmabile in qualsivoglia maniera, inciso da qualsiasi solco e ferita

Così, attraverso la costruzione di un vasto quadro di approfondimento conoscitivo di quegli elementi ritenuti strutturanti la conformazione e la strutturazione identitaria dell’intero territorio dell’Unione delle Terre d’Argine, sia a livello territoriale che in ambito locale, sono state indagate le precipue caratteristiche morfologiche, i fenomeni endogeni di costruzione del territorio e dei suoi insediamenti, e alcune dinamiche attualmente in atto, allo scopo di individuare possibili strategie di governo e strutturazione dell’intero territorio che potessero mettere in risalto e a sistema quegli elementi capaci di rinsaldare il senso di appartenenza degli abitanti (legami) alla scala dell’intero territorio dell’Unione, e al contempo far emergere, a livello locale, quei nodi strategici e sinergici, e quelle strutture urbane latenti, ancora capaci di costituire rizoma fecondo e fertile humus per una ricomposizione corale del fatto urbano e un rinvigorimento della sua vocazione collettiva, ottemperando così sia alle esigenze più sentite e vicine alle singole amministrazioni comunali, sia ai principi espressi dalla nuova Legge Urbanistica regionale (LR 21 dicembre 2017 n. 24).

E se Italo Calvino aveva intuito la necessità di interrogare il territorio quando faceva affermare a Marco Polo: «Anche le città credono d’essere opera della mente o del caso, ma né l’una né l’altro bastano a tener su le loro mura. D’una città non godi le sette o settantasette meraviglie, ma la risposta che dà a una tua domanda» [1], sembra divenire sempre più palese che la domanda non può più restringersi esclusivamente a risposte di massimizzazione funzionale, ma deve spaziare in ambiti più profondi riguardanti il senso autentico dell’abitare dell’uomo tra cielo e terra [2].

Vengono così messi in mostra gli elaborati grafici che tratteggiano gli esiti delle ipotesi strategiche e alcuni plastici di esplorazioni progettuali, elaborate insieme agli studenti dell’università milanese, che, abbracciando e coinvolgendo capillarmente l’intero territorio, propongono sia azioni d’area vasta, che singole risoluzioni, prefigurando quei nodi ritenuti possibili germinazioni di nuova urbanità e poli di socialità, convivialità e incontro, concorrendo in tal modo a rendere la strategia complessiva concreta in ogni sua parte e più facilmente manifesta anche all’interno delle comunità più piccole.

Queste proposte hanno come focus le trasformazioni fisiche e materiali del territorio, sia a scala paesaggistica che strettamente urbana, e scaturiscono dall’esigenza di esplicitare quelle vitali relazioni spaziali (e non) da ri-innestare nel contesto fisico con cui si rapportano.

Si è cercato di attivare e progettare tutto questo attingendo ad uno sguardo che si vuole fare poetico-poietico, cioè affine a quel fare – creare con le mani – tanto attinente alle vicende che hanno costruito questo territorio, auspicando un cambio di paradigma, sia in termini culturali, sia anche più semplicemente relativo alle abitudini stesse del quotidiano, che porti a perseguire l’attivazione di processi di manutenzione/riparazione/trasformazione, in qualche misura affini a quella prassi caratteristica del kintsugi [3] che, non accontentandosi di incollare i “pezzi rotti”, i residui spaziali lasciati indietro da scelte miopi e autoreferenziate, pretende di farlo in maniera “preziosa”, in cui, come ci insegna Adolf Loos la preziosità non risiede nel valore del materiale adoperato ma nella giustezza e appropriatezza del suo utilizzo e della sua vocazione [4].

Queste prefigurazioni spaziali, che intendono esprimere attraverso la propria consistenza fisica una delle possibili soluzioni conformi a costruire le relazioni individuate, vengono qui offerte come proposte da discutere, dibattere, dipanare in tutta la loro complessità, perché, qualora condivise, possano essere germinazioni e spunti fertili per future elaborazioni che ne sostanzino la loro concretizzazione; come in alcuni casi è avvenuto e sta avvenendo [5].

 

Autori

Edoardo Colonna di Paliano è architetto e Professore a Contratto di Composizione Architettonica e Urbana al Politecnico di Milano presso la Scuola di Architettura Urbanistica e Ingegneria delle Costruzioni. Ad un’intensa attività universitaria e professionale unisce un’appassionata e continua ricerca sui temi della progettazione urbana operante, sviluppata attraverso studi condotti in stretta collaborazione con le amministrazioni locali, con l’intento esplicito di riversare saperi disciplinari nell’ambito della costruzione reale del territorio. Relativamente al territorio qui trattato ha scritto insieme a G.Frassine il libro: “Soliera. Inclusioni di prossimità urbane”, Mimesis, 2014

Giorgio Frassine è architetto e professore a contratto di Rappresentazione dell’Architettura presso la Scuola di Architettura Urbanistica e Ingegneria delle Costruzioni del Politecnico di Milano Nell’ambito dell’attività accademica ha partecipato a numerosi gruppi di lavoro, didattici e di ricerca, occupandosi in particolare del rapporto tra progetto, architettonico e urbano, e contesti territoriali.

Lorenzo Castellani Lovati è architetto laureato presso il Politecnico di Milano in Architettura delle costruzioni con la tesi “Milano e l’acqua dei sogni”. Fin dall’inizio della sua attività di ricerca si lega all’approfondimento di temi riguardanti la progettazione urbana, gli spazi aperti e il paesaggio. Collabora attivamente ad attività di ricerca e di didattica presso la Scuola di Architettura Urbanistica e Ingegneria delle Costruzioni del Politecnico di Milano.

Andrea Maspero è architetto e urban designer. Ha studiato architettura presso il Politecnico di Milano e l’Universidad de Belgrano Buenos Aires. Ha conseguito il Msc. in Urban Planning and Policy Design presso il Politecnico di Milano in collaborazione con la UPenn Design University of Philadelphia. Svolge attività di ricerca e didattica presso il Politecnico di Milano ed il Dipartimento di Architettura dell’Università di Sassari. E’ membro dell’associazione culturale LandWorks.


[1] Calvino, Le città invisibili, Einaudi, 1972
[2] Heidegger, Poeticamente abita l’uomo, in Saggi e discorsi, G.Vattimo (a cura di), Mursia, 2014
[3] kintsugi, L’arte del kintsugi è una
pratica giapponese che consiste nell’utilizzo di materiali preziosi per la riparazione di oggetti in ceramica (in genere vasellame), per saldare assieme i frammenti e farli rinvenire a nuovo splendore.
[4] A.Loos, I materiali da costruzione, in Parole nel vuoto, Adelphi, 1972
[5] Si fa riferimento in particolare: al concorso di progettazione internazionale “Dilatare centralità-il centro storico di Soliera”, 2015; al Bando promosso dalla Regione Emilia Romagna sulla rigenerazione urbana in cui il comune Campogalliano ha attivato una richiesta sulla base di indicazioni provenienti dalle strategie qui presentate; alla proposta di variante alla viabilità provinciale richiesta dal comune di Novi di Modena, a seguito delle prefigurazioni qui elaborate.

 

Crediti formativi:

  • n. 2 CFP per ciascuna tavola rotonda (Al fine di evitare spiacevoli inconvenienti si ricorda a tutti gli iscritti che per ottenere il rilascio dei CFP è obbligatorio apporre la propria firma e l’orario in entrata e in uscita sul registro presenze. Non saranno accettate registrazioni parziali. Si precisa inoltre che per la partecipazione a seminari e convegni i CFP saranno riconosciuti solo per la presenza per l’intera durata dell’evento formativo).
  • n. 1 CFP per la visita alla mostra: da richiedere mediante autocertificazione.L’iscritto dovrà conservare il biglietto di ingresso e caricarne la scansione sulla piattaforma iM@teria seguendo la seguente procedura:COME INSERIRE LE ISTANZE/AUTOCERTIFICAZIONI?
    Accedere alla Piattaforma iM@teria.
    Selezionare “Le mie certificazioni” (riga grigia sottostante a “stampa situazione formativa”) e successivamente selezionare la voce “Nuova Certificazione” (sopra la riga grigia): si aprirà un form da compilare.
    Dopo avere completato l’inserimento, occorre salvare e successivamente caricare la documentazione a supporto della richiesta (es. biglietto di ingresso).
    Infine premere “invia certificazione”.

Nel caso dopo l’evento gli iscritti volessero inviare un feedback all’Ordine, è possibile compilare la SCHEDA DI VALUTAZIONE DELL’EVENTO FORMATIVO