Rete Nazionale Presidi Architetti per Protezione Civile

By 19 Dic, 2014Notizie

Rete Nazionale dei Presidi degli Architetti per la Protezione Civile – Pubblicazione D.P.C.M. 8 giugno 2014

Il Consiglio Nazionale Architetti P.P.C., con Circolare prot. n. 157 del 10/12/2014, ha comunicato quanto segue.

Con viva soddisfazione comunichiamo che le tematiche segnalate da questo Consiglio Nazionale al Dipartimento della Protezione Civile, con l’obiettivo di rendere pienamente efficace la Rete Nazionale dei Presidi degli Architetti per la Protezione Civile, sono state proficuamente affrontate dal Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri dell’8 giugno 2014, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 18 ottobre 2014, n. 243.

Dei molti obiettivi raggiunti, come si può rilevare dalla lettura del D.P.C.M., di seguito si riportano, per sintesi, i principali:

  1. viene riconosciuto ufficialmente l’elenco nazionale, tenuto dal CNAPPC, degli architetti esperti nella gestione tecnica dell’emergenza a seguito di un evento calamitoso. Tale elenco, già trasmesso al Dipartimento della Protezione Civile, verrà aggiornato in relazione allo svolgimento di nuovi corsi, tenuti da Federazioni/Consulte Regionali o da Ordini Provinciali, nel rispetto del protocollo di intesa D.P.C./C.N.A.P.P.C. stipulato il 12 maggio 2010;
  2. viene affrontato il tema della copertura assicurativa in occasione della gestione tecnica dell’emergenza a seguito di un evento calamitoso, stabilendo che il Dipartimento della Protezione Civile è tenuto ad attivare apposita polizza assicurativa antinfortunio a protezione dei tecnici volontari impiegati per la rilevazione del danno;
  3. viene affrontato il tema della responsabilità dei compilatori delle schede AeDES, chiarendo che tale adempimento costituisce un semplice rilievo speditivo “a vista” sulle condizioni dell’immobile subito dopo un evento sismico e non costituisce una certificazione statica dello stesso immobile, sollevando il tecnico compilatore da ogni responsabilità per eventuali successivi collassi strutturali dell’immobile censito, a causa di fatiscenza o di altri eventi calamitosi;
  4. vengono chiariti gli aspetti relativi al rimborso delle spese sostenute dai tecnici volontari, per missioni in occasione della gestione tecnica dell’emergenza a seguito di un evento calamitoso.

Con l’occasione si comunica che la Rete Nazionale dei Presidi degli Architetti per la Protezione Civile ha oramai coperto più del 90% del territorio nazionale e che sarà presto pubblicato sul sito web archiworld, nello spazio riservato a Lavori Pubblici e Protezione Civile, un elenco con i nomi dei responsabili della Rete, dal livello nazionale a quello provinciale.