La sezione COMPENSI è dedicata ai contratti, ai compensi ed alla normativa di riferimento su tali argomenti, anche frutto di un importante momento di confronto fra gli Ordini aderenti alla Federazione Ordini Architetti Emilia-Romagna che si sono impegnati in un’armonizzazione dei contenuti e delle interpretazioni in tali materie.

Tale sezione, unitamente alla sezione FAQ, è stata costruita con l’obiettivo di mettere a disposizione degli iscritti uno strumento di lavoro flessibile e di immediato utilizzo.

Nella pagina sono disponibili, con accesso dall’area riservata agli iscritti all’Ordine, oltre alla Guida alla compilazione delle parcelle, un fac-simile di contratto/lettera d’incarico con i relativi allegati (elenco prestazioni richieste al professionista e informativa privacy), alcuni esempi di consensi informati integrativi al contratto, che variano in base all’oggetto dell’incarico, i link ad alcuni sistemi di calcolo online, ed altri approfondimenti.

Sono invece liberamente consultabili i Protocolli Prestazionali.

Si ricorda che la Commissione Compensi dell’Ordine è a disposizione, previo appuntamento, per approfondire e supportare i Colleghi nella definizione dei contratti e nella determinazione dei compensi. Per eventuali richieste rivolgersi alla Segreteria dell’Ordine (tel. 059333929 dal lunedì al venerdì dalle ore 12.00 alle ore 14.00 oppure ordine@ordinearchitetti.mo.it).

 

GUIDA COMPILAZIONE COMPENSI, SENTENZE, CONSENSI INFORMATI

Si evidenzia che la legge sulle liberalizzazioni (legge 27/2012) ha introdotto l’obbligo di preventivo di massima e ha stabilito che, al conferimento, il professionista fornisca al cliente informazioni dettagliate sull’incarico da svolgere. In particolare il professionista è obbligato – tramite mandato – a rendere noto al cliente il grado di complessità della prestazione e a fornire tutte le informazioni riguardanti gli oneri ipotizzabili dal conferimento alla conclusione dell’incarico. Secondo la stessa legge il professionista deve indicare nel mandato anche gli estremi della polizza professionale.

Per effetto della stessa legge, il sistema di calcolo è libero, resta quanto disposto dall’art. 2233 del Codice civile: “In ogni caso la misura del compenso deve essere adeguata all’importanza dell’opera e al decoro della professione”.

Nell’area riservata agli iscritti all’Ordine Architetti P.P.C. di Modena sono disponibili ai seguenti materiali:

    • Guida alla compilazione delle parcelle
    • Obbligatorietà lettera d’incarico
    • Obbligatorietà assicurazione professionale
    • Contratto/lettera d’incarico e relativi allegati:
      allegato A – Prestazioni richieste al professionista
      allegato B – link a sistemi di calcolo online
      allegato C – Informativa privacy
      allegato D – Consensi informati :
      – Consenso informato per progettazione
      – Consenso informato per progettazione esecutiva
      – Consenso informato per progettazione + progetto esecutivo
      – Consenso informato per D.L.- Direzione Lavori
    • Raccolta di sentenze relative alla materia parcellare
    • Corrispettivi da porre a base d’asta per le prestazioni professionali LL.PP.
    • Utili argomenti correlati

ACCEDI ALL’AREA RISERVATA:

Utenti collegati esistenti
   


PROTOCOLLI PRESTAZIONALI

La pubblicazione dei Protocolli Prestazionali, curata del Consiglio Nazionale Architetti P.P.C., è costituita da tre distinti volumi, dedicati alla progettazione, direzione e collaudo delle opere di edilizia privata di nuova costruzione.
Con tale pubblicazione il Consiglio Nazionale intende dare il proprio contributo alla definizione di quelli che, per prassi, costume, scienza e disciplina corrente, vengono definiti come standard di buona pratica nell’espletamento di tali attività.

Gli standard prestazionali quivi descritti non hanno una diretta valenza deontologica, nondimeno costituiscono un utile riferimento per la definizione dei rapporti contrattuali tra le parti che la norma ritiene debbano essere “sempre”chiari e completi.
L’asimmetria informativa che caratterizza il rapporto con il cliente impone, infatti, al professionista di chiarire l’elenco e lo standard delle prestazioni che fornirà, anche differenziandole da quanto questa pubblicazione indica come buona pratica.
La pubblicazione stabilisce un raccordo preciso tra le attività professionali descritte, che normalmente oggi caratterizzano il processo edilizio nel settore privato, e gli onorari di riferimento che la tariffa propone e che saranno liberamente contrattati e definiti tra le parti come il Codice Civile prevede, una volta che siano stati descritti l’elenco e la consistenza delle attività richieste e che il professionista si impegna ad eseguire supportando i contenuti dei Protocolli Prestazionali attraverso una copiosa raccolta giurisprudenziale ed un riepilogo di tutta la legislazione tecnica vigente nel settore.

COMMISSIONE COMPENSI

Il Consiglio dell’Ordine Architetti P.P.C. procede, per ogni mandato, alla nomina dei componenti della Commissione consultiva per l’emissione dei pareri sulle parcelle professionali.

Per la composizione della Commissione Compensi in carica