Inarcassa

Aggiornamento su modifica Regolamento Generale di Previdenza

By 20 Lug, 2018

Gentili colleghi,

a seguito della mia precedente comunicazione sono ad aggiornarvi informandovi che il  Comitato Nazionale dei Delegati riunitosi a Roma lo scorso 12 e 13 luglio,  in un clima collaborativo, ha votato a maggioranza una mozione presentata da molti colleghi, che ha sospeso l’esame delle modifiche al Regolamento Generale di previdenza al fine di riaprire una discussione generale in una prossima seduta, richiedendo al CdA ulteriore documentazione per un confronto più consapevole ed una migliore comprensione della situazione finanziaria della Cassa. Quindi, al momento, i criteri per la pensione anticipata rimangono invariati, come tutti i restanti articoli che erano in esame.

L’Ordine del giorno prevedeva anche la discussione sull’abolizione della ricongiunzione contributiva gratuita (una procedura largamente utilizzata dai colleghi che hanno periodi contributivi presso altri istituiti di previdenza) vista la parziale sovrapposizione con il nuovo istituto del cumulo gratuito. Anche qui l’Assemblea ha dato mandato al CdA di non eliminare la ricongiunzione contributiva gratuita ma di studiare semplici correttivi per evitare abusi e  furberie.

Sarà importante nei prossimi mesi approfondire le ragioni che hanno portato il CdA a proporre, dopo pochi anni dalla nuova riforma, misure di modifiche strutturali, considerando che la Riforma del 2012, come ogni riforma previdenziale, dovrebbe avere un orizzonte lungo su cui attestarsi e  non è ancora a regime.

Riteniamo altresì fondamentale per il futuro delle pensioni degli architetti e degli ingegneri italiani di poter contare su un buon rendimento del montante contributivo, ma che sia almeno garantito nella soglia minima attuale dell’1,5%.

E’ evidente che, sulla base dei dati che ci saranno forniti sarà necessario effettuare scelte politiche che potranno contemplare la possibilità di  modificare la platea degli iscritti, di ridurre l’assistenza in favore di una previdenza sostenibile dal punto di vista sociale oltre che finanziario, in funzione di una equità sia tra colleghi che intergenerazionale, ricordando che non tutti fortunatamente avranno bisogno di  assistenza ma di certo  tutti avranno bisogno di previdenza.

Ricordando che sono a vostra disposizione per chiarimenti o approfondimenti, colgo l’occasione per augurarvi felici vacanze estive.

 

Cordialmente
Il Delegato INARCASSA per gli Architetti della provincia di Modena
Arch. Natalia Leone