Enti

SISMA BONUS – Contributi per interventi riduzione rischio sismico edifici privati

By 8 Mag, 2017

Si pubblicano, di seguito, le comunicazioni pervenute in merito all’oggetto.

Sono attive le procedure per la detrazione fiscale sui lavori di miglioramento sismico delle costruzioni esistenti, introdotte dalla legge di bilancio 2017 (L. 232/2016). Le detrazioni fiscali, che saranno consentite per gli interventi realizzati da Gennaio 2017 a Dicembre 2021 (salvo proroghe), costituiranno un eccellente strumento per stimolare interventi di recupero del costruito, alimentando le politiche di rigenerazione urbana del
patrimonio edilizio esistente sul territorio nazionale ed offrendo nuove opportunità di lavoro all’architetto libero professionista.

I riferimenti normativi per l’applicazione delle detrazioni fiscali e le relative linee guida utili ai liberi professionisti sono i seguenti:

  1. Legge 11 dicembre 2016 n° 232, art. 1, comma 2, lettera c); modifiche all’art. 16, comma 1 quater del DL n°63/2016, convertito in L. 90/2013;
  2. DM 58 del 28/02/2017 (Decreto attuativo, elaborato in seno al CSLLPP e varato dal MIT);
  3. Allegato A al DM 58/2017 – Linee Guida per la classificazione del rischio sismico e per l’attestazione, da parte dei competenti professionisti, dell’efficacia degli interventi effettuati;
  4. Allegato B al DM 58/2017 – Modulistica Asseverazione che dovranno sottoscrivere i professionisti incaricati, ai sensi dell’art. 4, comma 1 del DM 58/2017.

Al fine di rendere più agevoli le procedure per la classificazione del rischio sismico e per la progettazione ed asseverazione degli interventi di consolidamento che daranno diritto all’accesso al sisma bonus, con la circolare allegata il Consiglio Nazionale Architetti P.P.C. ha sinteticamente descritto gli elementi sostanziali introdotti dalla L. 232/2017 e dal DM 58/2017.


 

La Regione Emilia-Romagna, ha inviato comunicazione con oggetto: Ordinanza C.D.P.C. n. 344 del 9 maggio 2016 (Annualità 2015) “Attuazione dell’articolo 11 del decreto legge 28 aprile 2009 n. 39, convertito, con modificazioni, dalla legge 24 giugno 2009, n. 77”. Attuazione dei contributi per interventi di riduzione del rischio sismico su edifici privati (art. 2, comma 1, lett.c)).
Con tale comunicazione la Regione comunica che sono attualmente in fase di avvio i contributi disposti dall’art. 2, comma 1, lett. c) relativi agli interventi per la riduzione del rischio sismico su edifici privati.
Con la D.G.R. n.573/2016 la Regione Emilia-Romagna ha individuato i seguenti Comuni, nei quali attuare i suddetti contributi:

  • Bardi, Berceto, Corniglio, Monchio delle Corti, Palanzano, Valmozzola in Provincia di Parma;
  • Fanano, Fiumalbo, Frassinoro, Pievepelago, Riolunato in Provincia di Modena;
  • Camugnano, Castel di Casio, Castiglione dei Pepoli, Alto Reno Terme, Loiano, Lizzano in Belvedere, Monghidoro, San Benedetto Val di Sambro in Provincia di Bologna.

Detti Comuni provvederanno alla pubblicazione del Bando in data 03 MAGGIO 2017, con scadenza il 03 LUGLIO 2017; entro tale termine, i Soggetti privati potranno presentare presso gli Sportelli comunali la domanda di contributo, predisposta dall’Allegato 4 all’O.C.D.P.C. n.344/2016.


 

BANDI COMUNI DELLA PROVINCIA DI MODENA:

COMUNE DI FANANO: vai alla pagina dedicata
COMUNE DI FIUMALBO: vai alla pagina dedicata
COMUNE DI FRASSINORO: vai alla pagina dedicata
COMUNE DI PIEVEPELAGO: vai alla pagina dedicata
COMUNE DI RIOLUNATO: vai alla pagina dedicata