Enti

RER – Proroga presentazione domande di contributo – Chiarimenti

By 4 Dic, 2015

Oggetto: applicazione dell’art. 6 dell’Ordinanza n. 51/2015.

Come noto l’art. 6 dell’ordinanza n. 51 del 26 novembre 2015 ha prorogato al 31 marzo 2016 la scadenza del 31 dicembre 2015 stabilita per la presentazione delle domande di contributo relative agli interventi finanziati dalle ordinanze nn. 51/2012, 86/2012, 60/2013, 66/2013, 32/2014, 33/2014 e 15/2015.

Tale proroga deve ritenersi efficace anche per la presentazione delle domande di contributo nei casi di cui all’art. 4, commi 3 e 6, dell’ordinanza n. 40/2015, che infatti rinviano esplicitamente ai ” … termini stabiliti dalle ordinanze commissariali … ” per il deposito delle stesse. Analogamente deve intendersi posticipata al 31 marzo 2016 la scadenza per la presentazione delle domande di contributo autorizzate dal comune ai sensi dell’art. 5, commi 3 e 4, dell’ordinanza n.71/2014 od ai sensi dell’art. 6, comma 3, dell’ordinanza n. 40/2015.

Non è stato invece modificato il termine di cui allo stesso art. 6, comma 2, dell’ordinanza n. 40/2015, già trascorso, per l’accettazione da parte dei comuni delle richieste di autorizzazione a presentare fuori termine le domande di contributo.

L’ordinanza n. 51/2015 inoltre non introduce alcuna novità in merito alle scadenze previste per la realizzazione degli interventi finanziati ai sensi dell’ordinanza n. 29/2012.

Resta quindi confermato quanto previsto:

  • dal punto 5 dell’ordinanza n. 39/2014 che prevede che le domande di contributo di cui all’ordinanza n. 29/2012, autorizzate fuori termine, debbano essere depositate entro la scadenza stabilita dal Comune che comunque non può superare i 90 giorni dalla stessa autorizzazione;
  • dal comma 1 dell’art. 6 dell’ordinanza n. 40/2015 in merito alla possibilità di accettare, da parte del comune, le richieste di autorizzazione fuori termine di cui al
    punto 5 dell’ordinanza n. 39/2014.

Si ricorda infine che sono esclusi dalla proroga di cui al comma 1 dell’art. 6 dell’ordinanza n. 51/2015 gli edifici di imprese agricole attive nei settori della produzione
primaria, della trasformazione e della commercializzazione dei prodotti di cui all’Allegato I del TFUE.

Scarica la circolare della Regione Emilia-Romagna del 03/12/2015