mostra Arrigo Rudi.
L’architetto in opera

Organizzata da Biblioteca Poletti

mostra curata da Simone Barnaba Rudi e Giovanni Poletti, visitabile fino al 28 luglio 2018

Dedicata all’architetto veronese Arrigo Rudi (1929-2007), la mostra modenese costituisce un’ulteriore tappa del progetto itinerante promosso dall’Università Iuav di Venezia, inaugurato a Verona nel 2012, nella sede museale di Castelvecchio e, sotto l’egida del Dipartimento di Architettura dell’ Università di Bologna – sede di Cesena, ospitato a Cesena nel 2013 negli spazi della Chiesa sconsacrata dello Spirito Santo, per approdare infine nel 2015 a Foligno, nella prestigiosa sede di Palazzo Trinci.
La mostra ripercorre l’attività dell’architetto Rudi attraverso una ricca selezione di progetti, tra i quali il restauro ed il riallestimento del Museo Lapidario Estense di Modena (1990-2004). I molti originali esposti, tra cui progetti, disegni, fotografie, taccuini, testimoniano il suo peculiare metodo di lavoro che restituisce una personalità particolarmente vivace ed eclettica, che seppe esprimere insieme il ruolo di architetto, docente e cultore d’arte.

Visite guidate condotte dai curatori, ore 18 e ore 21. Momenti musicali a cura dell’ISSM Vecchi-Tonelli.

Sabato 19 maggio: inaugurazione e apertura straordinaria della biblioteca dalle 17 alle 24, in occasione della manifestazione Nessun Dorma – Notte Europea dei Musei.

Giovedì 21 giugno: conferenza Arrigo Rudi. L’architetto in opera – Un metodo di lavoro (informazioni)

Ingresso gratuito.

PROGRAMMA

Crediti formativi professionali: Per la visita alla mostra è prevista l’attribuzione di 1 CFP, registrazione presenze in loco.
IMPORTANTE: al fine di evitare spiacevoli inconvenienti si ricorda a tutti gli iscritti che, per ottenere il rilascio dei CFP è obbligatorio apporre la propria firma in entrata e in uscita sul registro presenze.

 

Periferico Festival 2018

Il segno distintivo del festival Periferico, curato dal collettivo Amigdala a Modena dal 2008, è la forte relazione curatoriale che instaura con i luoghi della città, soprattutto periferici e in forte trasformazione urbana, articolando una riscrittura del loro immaginario attraverso un lavoro che connette attivazione territoriale, riflessione urbanistica e arte partecipata.

Gli spazi attraversati nel corso dei suoi dieci anni di attività sono diversi e molteplici: dall’ex recapito postale della stazione FFSS all’Archivio Comunale, dal condominio popolare R-Nord alla fabbrica all’avanguardia Tecnord, dal museolaboratorio Officina Emilia fino ad un autobus urbano in viaggio attraverso la città.

La decima edizione del festival Periferico si svolge dal 25 al 27 maggio 2018 tra le officine in disuso e le imprese del Villaggio Artigiano di Modena Ovest, un luogo della città nato nel 1953 da una coraggiosa intuizione politica a partire dalle tensioni sociali ed economiche del dopoguerra: il primo modello di Villaggio Artigiano nel nostro Paese, un territorio tra campagna e città che teneva insieme vita e lavoro, saper fare manuale e impresa, filiera produttiva e appartenenza di comunità.

Nel 2016 infatti, Amigdala ha avviato un progetto triennale che si sviluppa proprio attorno a questa storica area della città, dove l’associazione ha aperto OvestLab, uno spazio di riflessione e produzione collettiva sul futuro del quartiere, una “fabbrica civica” situata in una ex officina artigiana. Nel corso del suo primo anno di attività, OvestLab ha lavorato trasversalmente sulla ricostruzione di legami comunitari, su interventi di arte pubblica, sullo sviluppo di prototipi progettuali all’incrocio tra urbanistica, co-design, apprendimento mutuale, editoria ed economia civica, in rete con altre “fabbriche civiche” europee del network CivicWise.

www.perifericofestival.it

 

OPEN – STUDI APERTI

EVENTI ORGANIZZATI A MODENA E PROVINCIA:


claudio de gennaro – tiziana quartieri -architetti | la rappresentazione del progetto nel tempo
Via Farini 12 – Modena

18 MAGGIO | ore 18.00 – 21.00
Esposizione di disegni e rappresentazioni grafiche che illustrano l’evoluzione dei metodi e tecniche di elaborazione del progetto nel tempo

 


D.S. PROJECTS Architecture & Engineering Studio | open day
Piazza dei Martiri 50 – Carpi MO

18 e 19 MAGGIO | ore 10.00 – 17.00

 


ORDINE ARCHITETTI PPC MODENA per Open: Studi Aperti | Gli architetti di Modena si aprono alla città SCARICA PROGRAMMA

19 MAGGIO | ore 18.00 – 23.30
Largo Porta Sant’Agostino 228 – Modena

Un’occasione per far conoscere il mondo dell’architettura al grande pubblico e ai non addetti ai lavori, le specializzazioni e gli ambiti in cui operano i singoli studi e stimolare gli stessi architetti a promuovere il proprio lavoro e la propria attività, con la presenza sia dell’Ordine, che dei singoli studi che hanno aderito.
Questa manifestazione nasce con l’idea di rappresentare nel senso più ampio l’intera categoria e non solo la singola attività professionale, per avvicinare l’architetto al cittadino e far comprendere l’importanza dell’architettura e della figura dell’architetto, rappresentato come colui che interviene sullo spazio di vita dell’uomo sia privato che pubblico.

 


carteriA+ architettura&design | Happy Open!
Via Carteria 38 – Modena

19 MAGGIO | ore 19.00 – 22.00

In concomitanza con “Nessun Dorma” la notte bianca modenese che coincide con la Notte europea dei musei, lo studio carteriA+ apre il suo spazio al dialogo. Aperitivo con chiacchiere per far conoscere la figura dell’architetto attraverso immagini, video e progetti… dall’idea, al progetto fino alla realizzazione.

 


 

ULTERIORI INFORMAZIONI: studiaperti.com

COMUNICATO STAMPA 18 maggio 2018

call per STUDI APERTI IN TUTTA ITALIA

AGLI ISCRITTI ALL’ORDINE ARCHITETTI P.P.C. DI MODENA: Diventa anche tu protagonista di OPEN – STUDI APERTI IN TUTTA Italia 

Iscrizioni prorogate al 17 maggio 2018

(15/05/2018) Si comunica che i posti disponibili per aderire all’iniziativa organizzata dall’Ordine sono esauriti.
E’ possibile comunque iscriversi all’iniziativa con un evento presso il proprio studio fino al 17 maggio. 

(27/04/2018) Gli studi che hanno intenzione di aderire all’iniziativa organizzata dall’Ordine per il 19 maggio negli spazi del Sant’Agostino, dovranno comunque iscriversi singolarmente sul sito studiaperti.com  (la scadenza è fissata per il 1° maggio), indicando:

LUOGO: presso Sant’Agostino – Largo Porta Sant’Agostino 228, 41121 Modena
EVENTO: “PERFORMANCE”
ORA INIZIO: 17.00
ORA FINE: 23.30

E’ previsto un incontro organizzativo il giorno 3 maggio alle ore 18.00 presso la sede dell’Ordine. In base al numero degli studi che daranno adesione, verrà organizzato lo spazio reso disponibile dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Modena presso Sant’Agostino.

Alcune indicazioni:

  • ogni studio dovrà organizzare in autonomia e a proprie spese la presentazione della propria attività, e dotarsi di attrezzatura per la comunicazione (pc, e altro); 
  • i format da utilizzare per le locandine sono quelli forniti al momento dell’iscrizione scaricabili dal siti web studiaperti.com;
  • un rappresentante di ogni studio dovrà essere presente presso Sant’Agostino per tutta la durata dell’evento.

____________________________________________________

(26/04/2018) Come già preannunciato nelle scorse comunicazioni, l’Ordine Architetti PPC di Modena aderisce alla seconda edizione di OPEN – STUDI APERTI IN TUTTA ITALIA, la manifestazione che accomunerà tutti gli studi italiani in un unico grande evento diffuso sul territorio nazionale il 18 e 19 maggio 2018.

Oltre alla possibilità di iscriversi con un proprio evento individuale al sito di “Open-Studi Aperti” con le modalità standard, si comunica che, a seguito di accordi presi con Fondazione Cassa di Risparmio di Modena, verrà messo a disposizione dell’Ordine e degli iscritti uno spazio a piano terra del complesso di Sant’Agostino, sfruttando la concomitanza della manifestazione della Notte di Musei, che si terrà il 19 maggio 2018.

Gli iscritti interessati potranno pertanto prendere parte come Studio a questo evento creato ad hoc dall’Ordine presso il Sant’Agostino, uno dei luoghi più suggestivi del centro storico, GARANTENDO NEL CONTEMPO UNA GRANDE VISIBILITA’ DEL LAVORO DEI COLLEGHI CHE VORRANNO PARTECIPARE  ED IN PARTICOLARE AI GIOVANI . L’ORDINE HA INOLTRE INTENZIONE DI ORGANIZZARE QUALCHE PERFORMANCE A CORREDO DELL’INIZIATIVA NELLO STESSO LUOGO.

Gli studi che hanno intenzione di aderire all’iniziativa organizzata dall’Ordine per il 19 maggio, dovranno comunque iscriversi singolarmente sul sito  studiaperti.com (la scadenza è fissata per il 1° maggio), indicando:

LUOGO: Largo Porta sant’Agostino 228, 41121 Modena
EVENTO: “PERFORMANCE”
ORA INIZIO: 17.00
ORA FINE: 23.30

Vista la imminente scadenza, si ricorda la massima celerità nelle adesioni, anche in considerazione della chiusura dell’Ordine per il ponte del 1° maggio.

________________________________________________________________

Iscrizione è da confermare tramite la compilazione del format dedicato studiaperti.com dal 16 aprile al 1° maggio.

AIUTACI  a raggiungere un numero rilevante di studi aperti e far conoscere il mondo dell’architettura al grande pubblico e ai non addetti ai lavori.
Più è alto il numero degli studi partecipanti, tanto maggiore è la visibilità per tutti gli architetti.
Non ti costa nulla! L’iscrizione è gratuita. Il CNAPPC fornirà gratuitamente la comunicazione generale, il sito, locandine e card in formato elettronico.
Lavori da casa? Hai uno studio in periferia? L’Ordine aprirà i suoi spazi per condividerli con gli architetti che ne faranno richiesta. 
Hai uno studio grande e vuoi dare ospitalità? Comunicalo all’Ordine!
La seconda giornata della manifestazione, sabato 19 maggio, coincide con “Nessun dorma”, la Notte bianca modenese contestuale alla Notte europea dei Musei” (www.comune.modena.it/cultura). Il Comune darà visibilità alla nostra manifestazione, inserendo in brochure l’elenco degli studi aderenti a “Open- studi aperti”.
In questa ottica, l’Ordine partecipa alla notte dei Musei, e sta organizzando uno spazio in centro a cui tutti i partecipanti possono fare riferimento. I programmi sono work in progress, consulta il sito per l’aggiornamento.

Il 18 e 19 maggio 2018, si terrà la seconda edizione di OPEN – STUDI APERTI IN TUTTA ITALIA

Cosa è
STUDI APERTI IN TUTTA ITALIA è un’occasione per far conoscere il mondo dell’architettura al grande pubblico e ai non addetti ai lavori.

Lo scopo principale è quello di far conoscere le specializzazioni e gli ambiti in cui operano i singoli studi (sia di piccole dimensioni sia più ampi, sia appena avviati sia di consolidata esperienza, sia nei capoluoghi di provincia sia nelle realtà territoriali decentrate) e di stimolare gli stessi architetti a promuovere il proprio lavoro e la propria attività. Questa manifestazione nasce con l’idea di rappresentare nel senso più ampio l’intera categoria e non solo la singola attività professionale, per avvicinare l’architetto al cittadino e far comprendere l’importanza dell’architettura e della figura dell’architetto (questo termine si intende comprensivo di tutte le figure professionali), rappresentato come colui che interviene sullo spazio di vita dell’uomo sia privato che pubblico.

Quando è
L’evento prevede che per due pomeriggi consecutivi (ogni partecipante potrà scegliere solo una data tra il 18 o il 19 maggio) dalle 18.00 alle 22.00, con la possibilità di personalizzare la fascia oraria.  Ogni partecipante all’iniziativa potrà presentare la propria attività ai visitatori organizzando a propria discrezione anche piccoli eventi collegati.

Com’è coinvolto l’Ordine nell’organizzazione 
L’Ordine Architetti P.P.C. di Modena fornirà agli iscritti le informazioni ricevute dal CNAPPC, restando comunque il riferimento principale per l’iscritto.
L’Ordine Architetti P.P.C. di Modena raccoglierà le pre-adesioni fino al 16 aprile 26 aprile e successivamente invierà le istruzioni per l’iscrizione definitiva.
L’Ordine, inoltre, provvederà alla diffusione dell’iniziativa a livello locale.

Il Consiglio dell’Ordine di Modena ha nominato, quale referente per l’iniziativa, l’arch. Bianca Maria Grazia e ha previsto una prima riunione organizzativa che si terrà presso la sede dell’Ordine (Via Ungaretti 20 – Edificio 2C – Modena) per martedì 17 aprile alle ore 18.00.

Come funziona
Il CNAPPC fornirà un format di iscrizione che ogni partecipante dovrà compilare dal 16 aprile al 1° maggio direttamente sul sito web dedicato all’iniziativa studiaperti.com, con i seguenti contenuti:

  • nome dello studio, ubicazione, data/e orari di apertura, eventuale link al sito o fb o altro dello studio
  • numero di iscrizione e ordine di appartenenza del rappresentante dello studio
  • un box libero per la descrizione dello studio e descrizione dell’eventuale evento interno allo studio
  • liberatoria all’utilizzo dei dati e delle immagini.

Il CNAPPC, a seguito dell’iscrizione, fornirà un format grafico scaricabile non modificabile, ma personalizzabile contenente:

  • locandina e flyer/invito  ad uso dello studio da attaccare o inviare a amici o clienti;
  • locandina e Flyer ad uso dell’Ordine per pubblicizzare o inserire contenuti.

Quando sarà disponibile il format
L’iscrizione avverrà dal 16 aprile al 1° maggio direttamente sul sito web studiaperti.com.
Tale sito web ospiterà, suddivise per Ordini territoriali, le informazioni di ogni studio.

Cosa organizzare
Ogni singolo studio potrà gestire liberamente un evento che abbia come tema di fondo la centralità del progetto architettonico: il CNAPPC fornirà alcuni suggerimenti.
Ad esempio: l’Ordine può coordinare un tour per la propria area geografica in cui il cittadino possa scegliere tra le tappe, gli studi e gli spazi di coworking, disseminati per tutta la città, oppure può coordinare quegli studi che prevedono nei propri spazi altre attività performative (danza, musica, teatro, cucina, ecc.) oppure organizzare tappe che occupano spazi pubblici oppure può stipulare un protocollo di «alternanza scuola lavoro» con una scuola superiore, per cui gli alunni delle Scuole fungeranno da accompagnatori di eccezione nei tour organizzati nel territorio di pertinenza.

Le varie proposte verranno discusse nella prima riunione organizzativa del 17 aprile.

Ogni studio oltre a presentare il suo lavoro potrà:

  • organizzare momenti conviviali, momenti musicali, ospitare un artista, un giovane collega complementare (designer, paesaggista,  grafico, etc), un attore, una mostra fotografica, organizzare una discussione invitando un altro professionista , ecc. Si escludono le attività di consulenza estemporanea, che non rientrano nelle finalità della presente iniziativa;
  • inviare ai propri contatti l’invito/flyer personalizzabile tramite mail, tramite posta e stampare le locandine da affiggere ove possibile.

Perché partecipare
L’obiettivo è trasformare i luoghi di lavoro in spazi di incontro informale in cui sia possibile conoscersi, dialogare, confrontarsi e scambiare le proprie opinioni, assistere ad attività oltre che scoprire di persona gli ambienti in cui i professionisti operano nonché le loro attività.
È un’opportunità per comunicare le proprie specificità, sviluppare contatti, nuovi clienti o collaborazioni, farsi conoscere nel proprio quartiere, in aree decentrate ed in Provincia, per riflettere sulla propria immagine e sull’autopromozione del proprio studio.
Più è alto il numero degli studi partecipanti, tanto maggiore è la visibilità per tutti gli architetti.

Se si lavora da casa
Gli architetti si possono organizzare, singolarmente o in maniera collettiva, allestendo per l’occasione luoghi privati o spazi ad uso pubblico.
L’Ordine, a seconda della necessità, valuterà la possibilità di mettere a disposizione la sede per offrire uno spazio per chi non può aprire il proprio studio.
Gli studi più grandi possono offrire uno spazio per i più giovani.

Chi può partecipare
Tutti gli architetti iscritti all’Ordine degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori delle città italiane.

Come iscriversi
Chi ha effettuato la pre-adesione presso l’Ordine dovrà confermare l’iscrizione tramite la compilazione del format dal 16 aprile al 1° maggio come sopra specificato.

Chi non ha effettuato la preiscrizione
Potrà iscriversi comunque dal 16 aprile al 1° maggio, comunicandolo anche all’Ordine tramite mail.

Quanto costa
L’iscrizione all’evento è gratuita. Il CNAPPC fornirà gratuitamente la comunicazione generale, il sito, locandine e card in formato elettronico.

Cosa succederà dopo l’iscrizione definitiva
Il 2 maggio inizierà la campagna pubblicitaria nazionale a cura del Consiglio Nazionale e quella locale a cura dell’Ordine e dei partecipanti.

Cosa succederà prima, durante e dopo l’apertura
Saranno fornite le istruzioni per caricare sul sito nazionale le caratteristiche di ogni studio con l’indicazione dell’evento specifico da esso organizzato.
Dovrà essere compilata la liberatoria per il caricamento dei dati e delle fotografie.
Si ricorda infatti di fare qualche foto o filmato vicino alla locandina o al flyer di riferimento, firmare e fare firmare a eventuali terzi la liberatoria all’utilizzo delle foto e inviare tutto all’Ordine che raccoglierà il materiale per anticipare e prolungare l’eco dell’evento anche dopo la chiusura.

Per informazioni:
Ordine Architetti Modena
tel. 059 333929 (attivo dal lunedì al venerdì dalle 12 alle 14)
ordine@ordinearchitetti.mo.it

 

manifestazione Modena Wheels – Motori, Tradizione e Innovazione

EVENTI nell’ambito della manifestazione “Modena Wheels – Motori, Tradizione e Innovazione” (programma):

incontro su Storia e design della Bugatti:
sabato 28 aprile,  una serata evento con cena ed esposizione di Bugatti presso la prestigiosa Accademia Militare di Modena, con la straordinaria partecipazione di relatori d’eccellenza che illustreranno agli ospiti la storia e il design rappresentativi della BUGATTI AUTOMOBILI CAMPOGALLIANO, a cui è dedicata la mostra “La Fabbrica Blu. Arte, Tecnica e Passione”, che verrà inaugurata il 3 maggio p.v. alle ore 17.00.
Nella serata verrà anche illustrata l’ultima edizione del progetto editoriale del dipartimento di Ingegneria Enzo Ferrari “Menu dei Motori”.
La serata evento in Accademia prevede anche la visita della Accademia Militare, si tratta di un’ occasione unica, i posti sono limitati e pertanto è richiesta conferma di partecipazione con indicazione del nome, cognome e del numero di documento di identità (richiesto per esigenze della Accademia) entro il 16 aprile p.v. all’indirizzo reservations@modenawheels.it. Il contributo per la serata è di 65 euro a persona che dovranno essere versati con bonifico avente per causale Cena Accademia e i nomi degli ospiti, intestato ad Associazione Italiana Cultura Sport /CP Modena IBAN 0200812930000003084732. Per i gruppi di 10 persone o più in unica prenotazione, la cena avrà un costo scontato di 55 euro. Si raccomanda abbigliamento consono e per gli uomini giacca e cravatta. Verrà rilasciata regolare ricevuta e il ricavato della serata, tolte le spese, sarà devoluto ad un’organizzazione di volontari per la sicurezza cittadina.

convegno “Designer, che gente – L’evoluzione dello Stile nel settore Automotive”
venerdì 4 maggio, presso il Museo Enzo Ferrari dalle ore 16.00. Ingresso gratuito. Relatori invitati: Horacio Pagani, Paolo Martin (Pininfarina), Mike Robinson (Lancia Bertone) e, in attesa di risposta da Flavio Manzoni (Ferrari) e Roberto Giolito (Centro Stile Fiat). Moderatore: Mauro Tedeschini.

convegno “Motor Valley Sostenibile”
sabato 5 maggio alle ore 20.30, presso Palazzo dei Musei . Tra i relatori: Azienda Dallara, ing. Mauro Forghieri, Federico Ottavio Maggioni col progetto Impulse Modena Racing e in attesa di conferma di Azienda Energica e un partner Energia, oltre ad un urbanista.

 

 

seminari Storia urbana come storia del lavoro

Riprendono le attività di promozione culturale sulla città e la sua storia con particolare riferimento al Novecento con la proposta di due seminari, che anticipano un più ampio progetto culturale in corso di elaborazione e che si svilupperà a partire dall’autunno.
I seminari, aperti al pubblico, si svolgeranno il 13 marzo e il 10 aprile 2018, dalle ore 14.00 alle 15.30, nell’ambito del Corso di Storia del Lavoro del Dipartimento di Economia “M. Biagi” dell’Università di Modena e Reggio Emilia, tenuto dal professore Andrea Giuntini. 
I seminari sono parte della consolidata collaborazione con il Dipartimento di Economia “M. Biagi” di UNIMORE, e consentiranno agli studenti del Corso di Storia del Lavoro e al pubblico che vorrà partecipare, di approfondire i legami culturali, storici ed economici tra il patrimonio del lavoro affermatosi nel “modello emiliano”, in particolare nel secondo dopoguerra, e il patrimonio delle architetture della produzione e le politiche urbanistiche, nelle loro molteplici e profonde trasformazioni.

I seminari si svolgono presso il Dipartimento di Economia Marco Biagi – Aula 4, via Berengario, 51 – Modena.

Il 13 marzo 2018 dalle ore 14.00 alle 15.30 è previsto un intervento di apertura del prof. Andrea Giuntini, Professore associato di Storia economica, Università di Modena e Reggio Emilia. Seguirà un intervento di Catia Mazzeri, Responsabile Ufficio Ricerche Storia Urbana Comune di Modena. Dopo la proiezione del documentario Città industriale, città contemporanea, realizzato da Gabriele Alessandrini e curato da Vanni Bulgarelli, sono previsti gli interventi di Lorenzo Bertucelli, Professore associato di storia contemporanea, direttore del Master in Public History, Università di Modena e Reggio Emilia e di Luca Biancucci, Direttore del Consorzio Attività produttive Aree e Servizi di Modena.
Il seminario verterà sulla formazione delle strutture produttive modenesi, in particolare nel Secondo Novecento, nel quadro dello sviluppo industriale nazionale incentrato sulla piccola e media impresa. Gli insediamenti produttivi e i modelli di organizzazione del lavoro sono in stretta relazione con le politiche urbanistiche e delle aree sul piano sociale, economico e strutturale. In un quadro di forti conflitti sociali e politici si è sviluppato un “modello” insediativo e insieme produttivo che ha segnato la formazione della città contemporanea e che conosce oggi importanti evoluzioni.

Il  10 aprile 2018 dalle ore 14.00 alle 15.30 è prevista una introduzione di Vanni Bulgarelli, Componente Consiglio Direttivo IBACN Regione Emilia-Romagna  e comunicazioni di  Matteo Sintini, Professore a contratto di Storia dell’Architettura, Università di Bologna e di  Marcello Capucci, Dirigente Servizio Qualità urbana e Politiche abitative Regione Emilia-Romagna.
Questo secondo seminario sarà incentrato sulla storia delle strutture urbane e delle architetture della produzione e del lavoro, che caratterizzazano la città del Novecento e quella contemporanea. In particolare le aree produttive di primo impianto e le connesse aree di residenza e servizi  sono occasione di piani e progetti per la rigenerazione e il futuro della città del Novecento, che presenta valori e risorse come quelli legati al lavoro che l’hanno storicamente segnata e che possono essere nuovi punti di riferimento.

mostra Mutina splendidissima – La città romana e la sua eredità

Organizzata da Musei Civici di Modena e Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per la città metropolitana di Bologna e le province di Modena, Reggio Emilia e Ferrara, con il sostegno di Fondazione Cassa di Risparmio di Modena e Regione Emilia-Romagna

2200 anni e non sentirli: origini, sviluppo e lascito della romana Mutina alla Modena di oggi. Una mostra per tutti che parte dal lontano 183 a.C.

25 novembre 2017 – 8 aprile 2018
Foro Boario – via Bono da Nonantola 2 – Modena

Scoperte inedite svelano nuovi aspetti della città romana tuttora sepolta nel sottosuolo di Modena, con reperti e opere d’arte affiancati da video e ricostruzioni virtuali.

Crediti formativi professionali: Per la visita alla mostra è prevista l’attribuzione di 1 CFP .
I crediti dovranno essere richiesti mediante autocertificazione. L’iscritto dovrà caricare il Modulo per la richiesta CFP per attività validabili a posteriori (mod. A01) unitamente alla scansione del biglietto di ingresso alla mostra sulla piattaforma iM@teria seguendo la seguente procedura:

COME INSERIRE LE ISTANZE/AUTOCERTIFICAZIONI?
Accedere alla Piattaforma iM@teria (per accedere cliccare sul logo del CNAPPC e non sulla cartina).
Selezionare “Le mie certificazioni” (riga grigia sottostante a “stampa situazione formativa”) e successivamente selezionare la voce “Nuova Certificazione” (sopra la riga grigia): si aprirà un form da compilare.
Occorre fare attenzione nel campo “Data di riferimento” ad inserire la data di svolgimento dell’attività da validare perché tale data determina in che periodo verranno attribuiti i Crediti Formativi riconosciuti o il periodo di esonero.
Dopo avere completato l’inserimento, occorre salvare e successivamente caricare la documentazione a supporto della richiesta (es. biglietto di ingresso).
Infine premere “invia certificazione”.
L’Ordine procederà all’autorizzazione della richiesta attraverso la piattaforma; si precisa che la documentazione a supporto delle richieste è obbligatoria.

incontro anteprima Biennale Architettura 2018 ‘Freespace’

rassegna incontri Andar per mostre, città e musei

Riparte la rassegna della Biblioteca Poletti che quest’anno presenta non solo le mostre visitabili, ma anche città e musei di particolare interesse artistico e culturale. 

Incontri in programma

Sabato 3 febbraio
Costruire, abitare, pensare. Sabbioneta e Charleville città ideali dei Gonzaga
Presentazione della mostra in corso a Mantova, Palazzo Ducale – Castello di San Giorgio, fino al 2 aprile 2018.

L’esposizione è dedicata al tema delle città ideali legate alla committenza di una delle principali casate europee del XVI secolo, i Gonzaga, e si focalizza sulle due città di fondazione gonzaghesca, Sabbioneta, opera di Vespasiano Gonzaga e Charleville voluta da Carlo I Gonzaga, realizzate a cinquant’anni l’una dall’altra.
Un affascinante percorso tra dipinti, disegni, incisioni, documenti nonchè plastici creati appositamente per la mostra che nella sua sezione conclusiva è dedicata al concetto di città ideale ai nostri giorni, con numerosi esempi di aggregati urbani progettati e realizzati ex novo. Oltre settanta opere giunte da prestigiosi musei italiani, francesi ed austriaci e il coinvolgimento di importanti istituti come il Politecnico di Milano, e le Università di Verona e di Lleida permettono, così, di ricostruire la storia delle città e dei possedimenti italiani e d’oltralpe dei Gonzaga, con un focus sul clima culturale da cui scaturì una visione urbanistica di tipo utopistico.
Interviene Peter Assmann, direttore del Complesso museale Palazzo Ducale di Mantova e curatore della mostra.

Sabato 17 febbraio
Realismo magico. L’incanto nella pittura italiana degli anni Venti e Trenta
Presentazione della mostra in corso a Rovereto, Mart, fino al 2 aprile 2018
Interviene Valerio Terraroli, curatore della mostra.

3 marzo (*)
Città vere, città immaginate – Storie, simboli ed evoluzione dei centri urbani in Emilia-Romagna
Itinerari culturali proposti dall’associazione modenese LaRoseNoir

7 aprile (*)
16º Mostra Internazionale di Architettura de La Biennale di Venezia“Freespace”
Anteprima di Biennale Architettura 2018 (Venezia, dal 26 maggio al 25 novembre)

Visualizza il volantino “Andar per mostre, città e musei”

Partecipazione gratuita.

(*) Per gli incontri del 3 marzo e del 7 aprile è previsto il riconoscimento di n. 2 CFP per ciascuno, registrazione presenze in loco.
IMPORTANTE: al fine di evitare spiacevoli inconvenienti si ricorda a tutti gli iscritti che, per ottenere il rilascio dei CFP è obbligatorio apporre la propria firma e l’orario in entrata e in uscita sul registro presenze. Non saranno più accettate registrazioni parziali. Si precisa inoltre che per la partecipazione a seminari e convegni i CFP saranno riconosciuti solo per la presenza per l’intera durata dell’evento formativo.

incontri di Cultura digitale

Un ciclo di incontri di cultura digitale sui servizi online che possono semplificare la vita di tutti i giorni

mercoledì 14 marzo 2018 | ore 18.00 – 19.30
Galleria Europa – Piazza Grande 17 – Modena

LAVORARE COME ARTIGIANO DIGITALE
Stampanti 3D, modellazioni tridimensionali, modelli di condivisione
Nuovi saperi ed esperienze che aiutano a inventare il lavoro

Intervengono:
Marcello Fantuzzi, sognatore di professione, imprenditore stagista
Andrea Cattabriga, coordinatore del FabLab MakersModena
Walter Martinelli, coordinatore della Palestra Digitale Make it Modena

lunedì 19 marzo 2018 | ore 17.00 – 18.30
Galleria Europa – Piazza Grande 17 – Modena

I SERVIZI ONLINE DELL’AGENZIA DELLE ENTRATE
Sul sito dell’Agenzia delle Entrate è possibile accedere a diverse tipologie di servizi telematici e informazioni fi scali.
Per seguire al meglio l’incontro si consiglia di portare un proprio dispositivo.

Interviene: Funzionario dell’Agenzia delle Entrate

venerdì 23 marzo 2018 | ore 18.00 – 19.30
Sala Rappresentanza – Piazza Grande 16 – Modena

LAVORARE NEL WEB
Il web in pratica:quali sono le professioni e quali le competenze.
Dove/come si imparano e si acquisiscono.
L’incontro si rivolge a giovani tra i 18 e i 35 anni.

Interviene: Alberto Maestri
Competence Leader @ OpenKnowledge (BIP Group) e Direttore della Collana “Professioni Digitali” @ FrancoAngeli

Gli incontri sono gratuiti. Iscrizioni on line.

ulteriori informazioni

Informazioni
Ufficio Relazioni con il Pubblico
tel. 059/201312
piazzagrande@comune.modena.it