Federazione Ordini Architetti Emilia-Romagna
Gruppo di lavoro ‘Certificazione energetica’
Controllo Attestati prestazione energetica

By 3 Mar, 2017Notizie

Il Gruppo di Lavoro “Certificazione Energetica” della Federazione, riunitosi in data 20 febbraio u.s., ha analizzato la situazione attuale relativa all’applicazione della normativa vigente, alle modalità di accesso alla piattaforma dei certificatori, ai riscontri relativi al questionario regionale rivolto ai certificatori e alle modalità di controllo e di irrogazione di eventuali sanzioni.

Il Gruppo di lavoro ha ritenuto di dare massima divulgazione dei seguenti documenti:

Comunicato RER relativo alle modalità di applicazione della normativa regionale;
Report sulle modalità di esecuzione delle attività di controlli sugli attestati di prestazione energetica;
Verbale riunione del Tavolo Tecnico sull’Accreditamento del 27/01/2017.

– Comunicazione in merito alla procedura di adesione alla diffida nel caso di ispezioni su APE emessi:
Oggetto: Attestati di prestazione energetica sottoposti a controlli in sito con Verbale di Accertamento e possibilità di ricorrere alla diffida.

L’Organismo Regionale di Accreditamento dal 1° Aprile 2016, in conformità con quanto previsto dalla DGR 1275/2015 modif DGR 304/2016, ha attivato la campagna per il controllo della conformità degli attestati di prestazione energetica degli edifici. La procedura prevede l’attività di accertamento sugli attestati in corso di emissione o emessi, e, se necessario, la verifica ispettiva in sito svolta da un Agente Accertatore (ispettore).

Nel caso di attestati di prestazione energetica emessi, per i quali siano riscontrate delle non conformità, l’Agente Accertatore redige il VERBALE DI ACCERTAMENTO, il quale, ai sensi della DGR 1275/2016 e smi Allegato A-6 Sezione 2 punto 1 prevede che sia applicata la sanzione amministrativa, non inferiore a 700 euro e non superiore a 4200 euro, con la possibilità di pagamento in misura ridotta (1400 €) entro 60 giorni dalla notifica del Verbale di Accertamento.

La stessa DGR, sempre allo stesso, consente il ricordo alla DIFFIDA AMMINISTRATIVA, ai sensi dell’art.7-bis della LR 21/1984, ovvero alla possibilità di NON PAGARE LA SANZIONE AMMINISTRATIVA, mediante annullamento dell’Attestato di prestazione energetica e sua contestuale sostituzione con un APE.

Per dar corso a tale procedura, è necessario richiedere ENTRO IL TERMINE PERENTORIO DI 10 GIORNI dal ricevimento del Verbale di Accertamento.

La richiesta deve essere fatta mediante comunicazione via PEC all’indirizzo organismo.accreditamento.ervet@pec.it , la PEC deve riportare nell’oggetto la dicitura: “RICHIESTA E ANNULLAMENTO APE n.° xxx a seguito di diffida di cui al verbale n. xxx del xx/xx/xxxx

L’Organismo di Accreditamento ha evidenziato che in alcuni casi i soggetti certificatori hanno inviato tale richiesta OLTRE il termine dei 10 giorni, adducendo a varie giustificazioni, a tal proposito

SI FA PRESENTE CHE, A PARTIRE DAL 31/01/2017 NON VERRA’ PRESA IN CONSIDERAZIONE NESSUNA DEROGA AL TERMINE DEI 10 GIORNI ENTRO IL QUALE INVIARE LA RICHIESTA DI ANNULLAMENTO.

A tale informazione se ne aggiunge un’altra di ordine pratico: alcuni certificatori inviano, mediante il proprio indirizzo PEC, delle e-mail agli indirizzi dell’organismo non-PEC; quali accreditamentoenergia@regione.emilia-romagna.it e/o sace.controlli@ervet.it , quando si risponde a tali indirizzi la mail-PEC del soggetto certificatore non è abilitata alla ricezione da indirizzi non-PEC.

SI RACCOMANDA DI UTILIZZARE L’INDIRIZZO PEC ESCLUSIVAMENTE PER COMUNICAZIONI VERSO ALTRI INDIRIZZI PEC, E SOLO PER LE RICHIESTE INERENTI L’ANNULLAMENTO DI ATTESTATI A SEGUITO DI VERIFICA ISPETTIVA IN SITO.