Legge quadro per la parità e contro le discriminazioni di genere

By | | No Comments

Il 25 giugno l’Assemblea legislativa della Regione Emilia Romagna ha approvato la Legge quadro per la parità e contro le discriminazioni di genere, presentata dalla presidente della Commissione per la Promozione di condizioni di piena parità tra donne e uomini, Roberta Mori e dall’Assessore alle Politiche Sociali Teresa Marzocchi.

per il testo della Legge

Il 25 giugno 2014 è stata «un’ottima giornata per l’Emilia-Romagna, ma è anche una bellissima giornata per l’Italia, perché la Regione Emilia-Romagna ha avuto e sta avendo la maturità di assumere un provvedimento molto importante per le donne e per gli uomini, perché i diritti di parità e di uguaglianza e le azioni positive per migliorare il benessere della collettività sono un motore di sviluppo della società. È l’ora del cambiamento. È l’ora dell’innovazione. È l’ora dell’emancipazione della società.»
Questo il cuore della dichiarazione che la presidente della Commissione regionale per la Parità nonché coordinatrice nazionale delle commissioni pari opportunità delle Regioni, Roberta Mori, ha rilasciato appena approvata la prima Legge quadro in Italia che affronta con approccio gender mainstreaming tutti gli ambiti, dal riequilibrio nella normativa elettorale, alla prevenzione e contrasto della violenza, all’occupazione e una corretta rappresentazione femminile sui media.
(per la relazione completa)